Progetti

Miriamo dritti al cancro. Portiamo la radioterapia nel nostro territorio

Campagne in corso

Miriamo dritti al cancro. Portiamo la radioterapia nel nostro territorio

Diamo un’arma al futuro. Aiutaci ad allestire il bunker del nuovo ospedale con attrezzature d’avanguardia.

Alleviare i disagi di chi deve curarsi, donando le attrezzature necessarie per attivare il Servizio di Radioterapia a Verduno, in collaborazione con il Santa Croce di Cuneo, è la nostra nuova sfida.

Oggi sul nostro territorio Alba-Bra-Langhe-Roero i tumori sono la seconda causa di morte. Attualmente la Radioterapia non esiste né presso l’ospedale di Alba né in quello di Bra e, nel corso dell’anno 2015, per gli assistiti/residenti dell’ASL CN2 sono state effettuate presso altri ospedali 6.631 prestazioni radioterapiche e 42 ricoveri. E’ evidente come la mancanza sul territorio di un servizio di radioterapia costringa i cittadini in cura a sostenere il peso di numerosi trasferimenti presso altri ospedali del Piemonte e delle regioni limitrofe, con effetti sui costi familiari e sullo stesso benessere dell’ammalato. Da un’intervista al Dott. Elvio Russi Primario del Servizio di Radioterapia dell’Ospedale Santa Croce di Cuneo (di competenza per l’intero quadrante provinciale), nonché Presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica, si è compreso come la dotazione della Provincia di Cuneo sia carente per rispondere alle richieste di cure radioterapiche dei propri cittadini; infatti, per rispondere alle esigenze attuali sarebbe necessaria la presenza di un acceleratore lineare ogni 140.000- 170.000 abitanti, mentre sul territorio provinciale vi sono soltanto due acceleratori operativi da diversi anni all’Ospedale Santa Croce, che servono ben oltre 600.000 abitanti (uno ogni 300.000 abitanti). Con l’attivazione della Radioterapia, il nuovo ospedale diventerà il secondo centro della Provincia che, creando una sinergia con la rete oncologica piemontese, potrà dare il miglior servizio ai cittadini della zona di competenza, al quadrante di Cuneo e all’intera regione. Infatti, l’Associazione italiana registri tumori (dati 2015) afferma che ogni giorno in Italia si scoprono 1.000 nuovi casi di cancro; ma sono migliorate le percentuali di guarigione: il 63% delle donne e il 57% degli uomini è vivo a cinque anni dalla diagnosi. Tutto questo per la cronicizzazione delle patologie che, grazie a cure come la Radioterapia, diventano curabili nel tempo.

 

Cinzia Ortega, Primario di Oncologia dell’ASL CN2, sostiene la Campagna 5×1000 promossa dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus

Elvio Russi, Primario di Radioterapia dell’Ospedale Santa Croce, sostiene la Campagna 5×1000 promossa dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus

Grazie a…