GRAZIE AL SOSTEGNO DELLA NOSTRA COMUNITÀ. LA RACCOLTA FONDI DELLA FONDAZIONE A SOSTEGNO DELL’EMERGENZA COVID-19

Era l’11 marzo e l’emergenza COVID-19 era appena iniziata, quando la Fondazione ha scelto di scendere in campo a fianco dell’Asl Cn2, lanciando una campagna di raccolta fondi a sostegno della Terapia Intensiva degli Ospedali di Alba e Bra in quel momento operativi in prima linea e, di lì a breve, anche del nuovo Ospedale a Verduno che ha visto i natali proprio come COVID-Hospital.

Una scommessa tutta virtuale che ha permesso alla popolazione di Alba-Bra-Langhe-Roero di sentirsi partecipe, di sostenere i medici, gli infermieri e tutto il personale che in quei giorni stava combattendo una durissima battaglia per assistere i cittadini piemontesi nella lotta al Coronavirus ed aiutare nel migliore dei modi i pazienti.

Una scommessa vinta che dall’ 11 marzo al 1 giugno ha permesso di raccogliere 1.000.000 di euro. Oltre 2000 donatori (tra persone fisiche, aziende, service e associazioni) ci hanno sostenuto e ci hanno aiutato a raggiungere questo grande risultato. I fondi raccolti sono stati destinati per accogliere gli operatori sanitari presso una struttura alberghiera, mezzi di protezione individuale, attrezzature e strumentazioni d’avanguardia.

COSA ABBIAMO ACQUISTATO E DONATO ALL’ASL CN2:

  • PROGETTO ACCOGLIENZA OPERATORI SANITARI COVID-19

attraverso cui la Fondazione ha supportato l’Asl Cn2 nelle spese di sistemazione alberghiera, comprensiva di vitto e alloggio in stanza singola, per il nuovo personale sanitario (medici, infermieri, etc…) che ha preso servizio nel nuovo ospedale a Verduno fino alla compartecipazione alla spesa di 200.000 euro.

  • LETTI ELETTRICI PER TERAPIA INTENSIVA E SUB-INTENSIVA

l’iniziativa è stata accolta anticipando la consegna a di 34 letti elettrici: 12 da terapia Intensiva e 22 da terapia sub-intensiva. Nei giorni subito successivi sono stati ordinati ulteriori 10 LETTI DA TERAPIA SUB-INTENSIVA.

  • 5 TOTEM PER LA TELEMEDICINA PER COLLEGARE GLI SPECIALISTI TRA L’OSPEDALE DI ALBA-BRA E VERDUNO
  • 1 ROBOT LIGHTSTRIKE XENEX PER COMBATTERE I VIRUS

Questo carrello è un sistema robotico di disinfezione degli ambienti.  Agisce disinfettando la camera attraverso l’emissione di xeno, un gas nobile ecologico, ad alta intensità di luce UV, in grado di distruggere rapidamente i germi infettivi intaccando in pochi minuti il DNA e l’RNA di batteri e di virus. Primi in Piemonte, gli Ospedali di Alba-Bra e Verduno, grazie alla Fondazione sono dotati da martedì 7 aprile 2020, di un Robot Xenex.  È un sistema di ultima generazione che arriva direttamente dall’America precisamente dal Texas, è presente da poche settimane all’Ospedale Sacco di Milano, all’Humanitas Gavazzeni di Bergamo, all’Ospedale di Piacenza e al San Raffaele di Milano.

  • 4 SISTEMI HYGENIO PER LA DECONTAMINAZIONE DI ATTREZZATURE E SUPERFICI
  • 1 UNITÀ MOBILE PER RADIOGRAFIA MAC R32
  • 5 FONENDOSCOPI ELETTRONICI
  • 16 TABLET PER METTERE IN CONTATTO PAZIENTI IN ISOLAMENTO IN OSPEDALE E LE FAMIGLIE
  • Oltre ad integrare la fornitura dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte con la consegna di MATERIALI PER LA PROTEZIONE DEL PERSONALE SANITARIO IMPIEGATO NELL’EMERGENZA (Dispositivi di Protezione Individuale-DPI, IGIENIZZANTE, ETC…), abbiamo consegnato mascherine anche nelle Case di Riposto (RSA) del territorio, nelle strutture per Disabili e a tutti i Medici di Medicina Generale e i Pediatri.
  • Per ultimo, grazie all’iniziativa promossa da Valerio Berruti, sarà operativo un AMBULATORIO MOBILE POLIDIAGNOSTICO AL SERVIZIO DEL TERRITORIO DI ALBA-BRA- LANGHE-ROERO.  Un servizio mobile per rafforzare la Medicina e l’assistenza infermieristica di territorio.

“Oltre a ringraziare chi ha reso possibile questi acquisti e tutti coloro che continuano ad essere al nostro fianco, è doveroso da parte di tutti noi dire un sentito Grazie a tutto il personale Asl Cn2 che in prima linea ha gestito l’Emergenza Covid-19,  ha dichiarato Bruno Ceretto, Presidente della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra. La lotta al Coronavirus ha impegnato la Fondazione, negli scorsi mesi, a 360°. Abbiamo ricevuto moltissime mail e telefonate di persone, imprese, associazioni che vogliono supportare la nostra campagna. Questo ci fa capire quanto la nostra Fondazione sia un punto di riferimento per il territorio e un interlocutore privilegiato che deve farsi portavoce delle istanze della popolazione”.

“Come abbiamo ritenuto doveroso supportare l’emergenza, adesso ci impegneremo nel sostenere l’Asl Cn2 a riempire di contenuti sanitari di eccellenza il nuovo ospedale con la speranza che facilitino l’arrivo di professionisti capaci, disponibili e competenti – dichiara Luciano Scalise, Direttore della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra”. Anche per questo motivo, a inizio giugno abbiamo lanciato la campagna del 5×1000 “Adotta un Medico Specializzando”. Un nuovo importante progetto per finanziare, a partire dal prossimo anno accademico, 6 borse di studio nelle specialità individuate congiuntamente con la direzione generale dell’Asl Cn2 Alba-Bra, per affrontare in maniera congrua le esigenze dell’ ospedale “Michele e Pietro Ferrero”: 2 in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore, 1 in Medicina Interna, 1 in Medicina d’Emergenza-Urgenza, 1 in Pediatria, 1 in Psichiatria”.

Grazie a…