La lettera della fondazione inviata alla commissione regionale della sanità del consiglio regionale

Egregio Signor Presidente
Spett. Ufficio di Presidenza
e pc. I.ll.mi Signori componenti
IV Commissione Regionale
Consiglio Regionale del Piemonte

Nel marzo del 2008 un gruppo di imprenditori, in rappresentanza di alcune delle più importanti realtà industriali della zona di Alba, Bra, Langhe e Roero, si sono riuniti nella Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus, con l’obiettivo di raccogliere risorse da destinare al progetto di finalizzazione dell’ospedale che sta sorgendo nel Comune di Verduno. Oggi i soggetti che fanno parte della Fondazione sono 50 e contiamo di proseguire nell’opera di irrobustimento con l’ingresso di nuovi donatori, in modo che il nostro territorio sia sempre più rappresentato e rappresentativo. Scopo della Fondazione è quello di migliorare la qualità delle attrezzature e degli arredi del nuovo ospedale e sostenerne le attività anche in futuro.

Le azioni di fund raising intraprese hanno finora consentito di raccogliere, in un contesto di stagnazione economica, oltre 8 milioni di euro, risultato già ragguardevole, che contiamo di incrementare nel tempo. La Fondazione è nata nella convinzione che l’iniziativa pubblica di costruzione di un nuovo ospedale meritasse il sostegno concreto e disinteressato dei privati. L’ampia partecipazione che ha saputo suscitare sono riconducibili alla forte identità che caratterizza il nostro territorio dove, per antica tradizione, la cosa pubblica è sentita come bene di tutti e come tale considerata e gestita.

Non è un caso che i nostri due ospedali – che pure abbiamo ritenuto inadeguati a raccogliere le sfide del futuro – offrano, oggi, servizi di assoluta qualità. Qualità confermata da un basso tasso di fuga e parametri di efficienza che collocano l’Asl CN2 tra le più virtuose del Piemonte. La spesa procapite è stata di 1.519 euro nel 2009, la seconda più bassa di tutta la Regione Piemonte, a fronte di una media di 1.652 euro. L’Asl CN2, inoltre ha un tasso di assenteismo tra i più bassi d’Italia e il più alto tasso di produttività del Piemonte.

L’area Alba-Bra, pur essendo economicamente la più importante della provincia di Cuneo, negli ultimi decenni ha saputo anche rinunciare a fondate tentazioni di pretendere di essere riconosciuta “nuova provincia” staccandosi dalla lontana Cuneo per evitare di creare nuove e costose bardature politiche e burocratiche, preferendo realizzare servizi pubblici decentrati e puntando alla realizzazione di servizi sociali e soprattutto al progetto del nuovo ospedale unico di zona nel Comune di Verduno, abbattendo – soli in provincia – la difesa del proprio campanile per un progetto che è stato subito sposato senza riserve anche dalle maggiori aziende del territorio.

Non possiamo pertanto, esimerci dal comunicarVi formalmente che i recenti provvedimenti regionali adottati in merito all’ipotesi di riforma degli assetti istituzionali della sanità piemontese destino in noi sconcerto e forte preoccupazione. Il ventilato scorporo degli ospedali dalle aziende sanitarie locali, con la conseguente soppressione dell’Asl di riferimento dell’ospedale di Verduno, spezzerebbe il legame ospedale-territorio che è alla base del progetto, umilierebbe una comunità locale che ha saputo precorrere i tempi e compiere scelte coraggiose e, infine, farebbe venire meno le ragioni stesse del nostro impegno.

Siamo dunque a chiedere alle SS.LL. un intervento affinchè la specificità di questa esperienza venga attentamente valutata. Chiediamo inoltre al Signor Presidente della Commissione di essere invitati ad un incontro per utile confronto.
In attesa di un sollecito riscontro, cogliamo l’occasione per inviare Distinti Saluti.

Lettera firmata:
Ferrero Spa (Alba), Gruppo Miroglio Spa (Alba), Rolfo Holding Spa (Bra), Abet Laminati Spa (Bra), Gruppo Eataly Srl (Alba), Gruppo Montello Spa (Bra), Gruppo Dimar Spa (Cherasco), Ondalba Spa(Baldissero d’Alba), Olicar Spa (Bra), Pio Cesare Srl (Alba), Burdese Spa (Sommariva Bosco), Caraglio Srl(Alba), Egea Spa (Alba), Mtm Srl (Cherasco), Simacame Spa (Roddi d’Alba), Germanetti Srl (Bra), Fer.Gia Srl (Diano), Italgelatine Spa (Santa Vittoria), Simplast Snc (Montà), Mollo Spa (Alba), Tesi Spa (Bra), Bra Servizi Spa (Bra), Intec Spa (Sommariva Bosco), Severino Gas Srl (Guarene), Baratti e Milano Srl (Bra), Life Srl (Sommariva Perno), F.lli Sartore Srl (Santa Vittoria), Duilio Scavino Srl (Alba), Tosa Srl (Cossano Belbo), Gruppo Vezza Spa (Grinzane Cavour), E. Vigolungo Spa (Canale), Banca Credito Cooperativo di CherascoCeretto Aziende Vitivinicole Srl (Alba), Diageo Operations Italia Spa (Santa Vittoria), F.lli Martini Luigi e Secondo Spa (Cossano Belbo), Associazione commercianti AlbesiAssociazioni commercianti BraConfartigianato zona Alba,Bra,Langhe e RoeroAssociazione Santo Spirito Aziende Cortemiliesi e paesi limitrofiEmilio Barbero (Canale), Dario Stroppiana (Alba), Ferruccio Stroppiana(Gallo Grinzane), Vincenzo Toppino (Castellinaldo), Franco Barberis (Alba), Enzo Demaria (Alba), Angelo Domini (Alba), Sergio Parato (Alba), Franco Proglio (Roddi), Eugenio Rabino (Treiso), Maria Cristina Ascheri Vignola (Bra), Bruno Giacosa (Neive).

Su mandato della Presidente Dott. Elisa Miroglio

Grazie a…